karate_bambino_new_athletic

Il Karate, antica arte giapponese, diventa nell´insegnamento ai bambini un´occasione per imparare giocando a muoversi con sicurezza, a stare in compagnia, a rispettare se stessi e i loro compagni in un ambiente giocoso ma pieno di rispetto per sè e gli altri.

In questo corso il karate viene insegnato ai bambini sotto forma di gioco.

Infatti per i bambini il gioco è di primaria importanza per una buona crescita. Attraverso il gioco possono socializzare e relazionarsi con altri bambini, possono aumentare e proprie esperienza e dare concretezza alle proprie idee. Il gioco, inoltre, favorisce lo sviluppo delle capacità di controllo ed autocontrollo del proprio corpo.

L’obiettivo è la strutturazione dello schema corporeo che si raggiunge attraverso il movimento ed attraverso tutte quelle sensazioni sensitive e cinetiche che arricchiscono il bagaglio conoscitivo dei bambini in relazione al proprio corpo ed ai suoi movimenti, alla sua ubicazione spaziale ed al rapporto con altri bambini.

Dai 9 ai 14 anni il karate si pratica ancora giocando, ma con esercizi specifici che aiutano a sviluppare le capacità coordinative.

In questo caso partiamo dal principio che la tecnica di karate non è altro che un esercizio di coordinazione motoria. Essa infatti è costituita dall’organizzazione e dal controllo degli atti motori rivolti al raggiungimento di uno scopo per esempio centrare dei bersagli utili a conquistare un punteggio per vincere neutralizzando gli attacchi dell’avversario. Oppure, come avviene nel kata, la tecnica serve a trasmettere un messaggio gestuale di armonia, potenza e sicurezza.
Le capacità coordinative costituiscono la base per l’acquisizione delle abilità tecniche e, il miglioramento di queste, consente a sua volto lo sviluppo delle capacità coordinative stesse.